Sudan, AID 11002 – Sostegno al Teaching Obstetric Hospital di Port Sudan per fronteggiare la malnutrizione delle donne in stato di gravidanza, delle giovani mamme di bambini sotto i cinque anni e dei loro figli – AISPO

Dove Port Sudan, Stato del Red Sea
Durata 9 mesi
Partners Ministero della Sanità dello Stato del Mar Rosso

Direzione del Teaching Obstetric Hospital di Port Sudan

Canale Emergenza
Realizzato da AISPO
Fondi 348.739,00 Euro

Contesto
In linea con l’attenzione dall'Italia al tema della malnutrizione a livello internazionale negli ultimi anni e al suo impegno per il raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile sanciti dall'Agenda 2030, AICS sta supportando in maniera significativa il Paese nella lotta alla malnutrizione che rappresenta una vera piaga per il paese.
Alcuni dati sono infatti allarmanti:
i) 2 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni soffrono di ritardo nella crescita (cosiddetto “stunting”);
ii) mezzo milione di bambini al di sotto dei 5 anni sono colpiti da malnutrizione acuta severa;
iii) 7 milioni di persone registrano una significativa carenza di iodio.
Il Sudan è fra i paesi più poveri al mondo (165/189 secondo lo Human Development Index – HDI) e la debolezza economica di cui soffre ne limita fortemente le possibilità di miglioramento. Povertà e malnutrizione sono strettamente correlate e colpiscono soprattutto i soggetti più vulnerabili, tra cui donne e bambini.

Nell' ambito dell'iniziativa di Emergenza 11002 "Intervento di aiuto umanitario negli Stati di Red Sea, Kassala, Gedaref, Khartoum e in altre aree del Sudan" e' stato finanziato - Ai sensi dell’art. 19 dello Statuto (DM 113/2015) - il progetto di AISPO " Sostegno al Teaching Obstetric Hospital di Port Sudan per fronteggiare la malnutrizione delle donne in stato di gravidanza, delle giovani mamme di bambini sotto i cinque anni e dei loro figli".

Obiettivo generale
Contribuire al miglioramento della prevenzione, controllo, trattamento della malnutrizione acuta e moderata, nei bambini sotto i cinque anni di vita, delle donne in gravidanza e delle giovani madri in allattamento

Beneficiari
12.172 persone tra donne in stato di gravidanza e neomamme e i loro bambini appartenenti alle popolazioni residenti, migranti, rifugiate e sfollate che beneficeranno del rafforzato servizio di salute materno-infantile presso le strutture sanitarie beneficiarie del Progetto, ogni anno. Di cui partorienti da parto eutocico: 5.192; parti cesarei: 894; neonati 6.084 (anno 2016).

Beneficiari diretti saranno anche i 65 operatori sanitari locali coinvolti nella formazione sul tema della nutrizione in primis e dell’utilizzo delle attrezzature per la terapia semi-intensiva in seconda battuta, erogata grazie al progetto, che potranno migliorare le proprie capacità professionali.

Risultati attesi e attività

  • Formazione del personale sanitario alle buone pratiche per la prevenzione dei problemi nutrizionali maggiormente frequenti nello stato del Mar Rosso;
  • Formazione del personale medico al trattamento delle carenze nutrizionali;
  • Knowledge Attitude and Practice Survey sulle pazienti che accedono al Teaching Obstetric Hospital e a 2 presidi di salute periferici;
  • Formazione del personale ospedaliero all’uso degli equipaggiamenti per il reparto materno semi-intensivo;
  • Coordinamento della formazione e assistenza tecnica dell’infermiere;
  • Acquisto ed erogazione di farmaci e presidi alle pazienti;
  • Riabilitazione degli spazi per il ricovero delle pazienti con problemi nutrizionali, per la terapia semi- intensiva, fognature e verande;
  • Acquisto attrezzature per il settore nutrizione e per la terapia semi-intensiva

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted in .