RCA, AID 11339 – Stabilizzazione delle comunità ad alto rischio della sub prefettura di Ndele – IOM

Dove Repubblica Centrafricana - Prefettura di Bamingui-Bangoran - sub prefettura di Ndélé  ed alcuni villaggi circostanti lungo gli assi di Golongosso, Ngarba e Krakoma
Durata 12 mesi
Canale Multilaterale
Realizzato da  OIM
Fondi 1.000.000,00 Euro

Obiettivo

L’iniziativa si propone di dare sostegno al fragile processo di pace in RCA attraverso la realizzazione di azioni immediate in grado di:
a) rafforzare la stabilità e la coesione sociale delle comunità interessate dall'intervento;
b) ridurre il rischio di arruolamento dei giovani nelle milizie armate;
3) creare le condizioni che consentano il reintegro delle popolazioni sfollate nelle comunità locali.

Beneficiari

  • 240 membri comunitari, tra cui donne, leader religiosi ed autorità tradizionali, di cui 120 formati come ambasciatori e portavoce della pace e della coesione sociale e 120 formati in educazione civica, diritti umani, alfabetizzazione e contabilità
  • 500 membri comunitari impiegati in attività remunerate con il sistema cash for work per la riabilitazione di 4 infrastrutture ed un centro giovanile

Risultati attesi e attività

L'iniziativa vuole rafforzare la coesione sociale attraverso la formazione e la realizzazione di eventi comunitari e migliorare i servizi comunitari di base e l' accesso alle attività generatrici di reddito.
Tali risultati vengono raggiunti attraverso:

  • Selezione degli “ambasciatori della pace” in coordinamento con i leader della comunità;
  • Identificazione di centri di formazione e dei formatori in “peacebuilding”, mitigazione dei conflitti, educazione civica, alfabetizzazione e contabilità;
  • Formazione dei beneficiari;
  • Sostegno alle associazioni socio culturali ed agli eventi sportivi;
  • Facilitazione del dialogo comunitario ed identificazione delle infrastrutture comunitarie da riabilitare;
  • Presentazione del progetto alle autorità locali e comunitarie;
  • Selezione dei beneficiari del cash for work in coordinamento con le autorità locali ed i leaders comunitari;
  • Riabilitazioni delle infrastrutture comunitarie;
  • Identificazione di centri locali di formazione;
  • Costruzione ed equipaggiamento di un centro giovanile.

 

 

 

 

 

 

Posted in and tagged .