Sudan, AID 11278 – Promozione della resilienza al cambiamento climatico delle popolazioni più vulnerabili nello stato di Kassala – COOPI

Dove  Sudan – Stato di Kassala
Durata  12 mesi
Partners  SUDANESE ENVIRONMENTAL CONSERVATION SOCIETY (SECS)
Canale  Affidato
Realizzato da  COOPI
Fondi  € 400.000

Contesto

Aumentare la resilienza delle comunità più vulnerabili colpite da fenomeni climatici estremi nello Stato di Kassala, migliorando l’accesso all’acqua e la sicurezza alimentare, la gestione delle risorse naturali e la salvaguardia dell’ambiente.

Obiettivo Generale

Migliorare la resilienza delle popolazioni più vulnerabili ai cambiamenti climatici nello Stato di Kassala, Sudan

Obiettivo Specifico

Rafforzare i mezzi di sostentamento delle Comunità rurali dello stato di Kassala, Sudan, aumentando l’accesso all’acqua e migliorando la produzione e l’accesso al cibo.

Beneficiari

- saranno 7,637 per gli interventi idrici

- saranno 28,100, gli interventi agricolo

Risultati attesi e attività

R.1- Migliorato l’accesso all’acqua per uso agricolo e pastorale

  • Riabilitazione e potenziamento di uno schema idrico esistente con l’istallazione di pompa solare e impianto di distribuzione
  • Riabilitazione di quattro pozzi superficiali e 2 pozzi profondi MWY con relativi impianti di distribuzione
  • Creazione, formazione di comitati per la gestione, mantenimento

R.2- Migliorate le capacità produttive e di sussistenza della popolazione più vulnerabili attraverso opportunità di reddito sostenibili e pratiche agricole resilienti alla siccità

  • Implementazione di interventi di rafforzamento dell’attività agricola (fornitura di attrezzi agricoli,…) e dell’attività pastorale (vaccinazione di grande scala del bestiame,…)
  • Realizzazione di interventi di riforestazione, attraverso la creazione di vivai e fodder banks, educazione ambientale e mitigazione degli effetti del cambiamento climatico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Camerun, AID 11010 – Iniziativa di emergenza in favore delle popolazioni sfollate e delle comunità di accoglienza nell’estremo Nord del Camerun in risposta ai bisogni primari abitativi e di approvvigionamento idrico – INTERSOS

Dove Nord del Camerun - Distretti di distretti di Fotokol e Makary e Mora e Kolofata
Durata 9 mesi
Canale Emergenza
Realizzato da INTERSOS
Fondi 2.819.236,00 Euro di cui 1.955.236,00 Euro da AICS

Contesto
Nel quadro del programma Emergenza AID 11010 "Assistenza a rifugiati e sfollati interni nella regione del Lago Ciad" che mira ad assistere le fasce di popolazione più vulnerabili del Lago Ciad, in particolare donne e bambini sfollati interni, mediante la costruzione e la messa a disposizione di percorsi d’inclusione socio-economica basati sul miglioramento dell’accesso ai servizi educativi, sanitari e abitativi, sulla promozione di attività generatrici di reddito, sulla protezione psicosociale dei minori e delle donne vittime di violenza, e stato affidato a INTERSOS l'iniziativa di emergenza in favore delle popolazioni sfollate e delle comunità di accoglienza nell’ estremo Nord del Camerun in risposta ai bisogni primari abitativi e di approvvigionamento idrico

Obiettivo
Il progetto si rivolge a sfollati interni e comunità di accoglienza al fine di garantire adeguate abitazioni transitorie, attivare meccanismi di protezione, fornire l'accesso a servizi igienici di base e a fonti d’acqua potabile. Verranno costruiti 800 shelters temporanei dotati di latrine, con il coinvolgimento dei beneficiari in attività di cash for work; creati tavoli di coordinamento e organizzate formazioni su temi di protezione rivolti ai partecipanti ai tavoli di coordinamento e ai partecipanti principali della comunità (insegnati, operatori sociali etc.).

Risultati attesi e attività

  • Creazione e distribuzione di materiale informativo e di sensibilizzazione sui temi di protezione e igiene (latrine, punti di approvvigionamento d’acqua, e smaltimento dei rifiuti)
  • Identificazione e riabilitazione di 12 punti di approvvigionamento nei distretti di Fotokol e Makary e Mora e Kolofata
  • Attività di formazione professionale on the job nella costruzione e manutenzione degli shelter e delle latrine.

Sudan, TFSDN11 – Migliorare l’accesso alle risorse idriche delle comunità ospitanti negli Stati orientali – Cooperazione Delegata EU

Dove Stato di Kassala e Gedaref
Durata 24 mesi (avvio 1st July 2017 )
Partners Ministry of Infrastructures

Ministry of Health

Canale EU Trust Fund
Realizzato da Cooperazione Italiana (DGCS)
AICS ricopre il ruolo di verifer
Fondi 2.000.000,00 Euro

Obiettivo generale
Migliorare le condizioni di vita delle comunità di accoglienza, migranti, rifugiati e sfollati interni nel Sudan orientale

Obbiettivo specifico
Migliorare l'accesso alle risorse idriche - per l'uomo e il bestiame - ai servizi igienico-sanitari delle comunità ospitanti, migranti, rifugiati e gli sfollati

Risultati attesi

• accesso a beni fisici, umani, finanziari, naturali e sociali;
• capacità di mettere le risorse ad uso produttivo;
• erogazione di servizi di base.

La serie di attività proposte sarà progettata tenendo conto delle esigenze dei diversi gruppi target, ovvero migranti, rifugiati, richiedenti asilo e comunità ospitanti e delle situazioni distinte all'interno e attorno ai campi (accesso alla terra, opportunità di lavoro, accesso ai servizi, ecc.).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sudan, AID 11085 – Miglioramento dell’approvvigionamento idrico e dei servizi sanitari e igienici (WASH), a favore delle popolazioni vulnerabili nello Stato di Kassala – IOM

Dove Kassala città'; Girba (Stato di Kassala)
Durata 12 mesi
Partners Nn
Canale Multilaterale
Realizzato da IOM
Fondi 800.000,00 Euro

Contesto
La valutazione dei bisogni ha evidenziato come le esigenze di interventi siano - a Girba - la riabilitazione degli impianti di trattamento della rete idrica generale, la manutenzione e riabilitazione degli impianti idrici in strutture pubbliche quali centri di salute e scuole e infine attività di formazione sulla gestione del bene acqua, mentre a Kassala le necessità urgenti sono il miglioramento della gestione e smaltimento dei rifiuti e l’aumento delle attività di formazione degli addetti e della popolazione.

Obiettivo generale
Migliorare la condizione di salute della popolazione delle citta’ di Kassala e Girba. Il progetto affronta la grave carenza di servizi idrici e di gestione dello smaltimento dei rifiuti nell’Est del Paese al fine di apportare miglioramento nel settore igienico sanitario e la conseguente diminuzione delle malattie trasmissibili oltre che benefici alla comunità ospitante che subisce una notevole pressione migratoria.

Il presente intervento collabora inoltre al miglioramento delle soluzioni alle problematiche migratorie, considerato il fatto che il Sudan orientale e’ anche punto di congiunzione di importanti flussi di migrazioni miste dai paesi vicini, come l’Etiopia e l’Eritrea.

Beneficiari
Popolazione di Girba e Kassala

Risultati attesi e attività

  • Il progetto prevede la riabilitazione di infrastrutture negli ospedali e negli scuole di Girba attraverso la realizzazione di condutture di acqua potabile; lo sviluppo di un General Operational Plan; la riabilitazione dell'impianto del trattamento delle acque reflue; sviluppo di un sistema di smaltimento dei rifiuti;
  • Attivita di formazione sulla gestione dell' impianto di trattamenti delle acque di Girba;
  • Campagne di educazione ambientale per lo smaltimento dei rifiuti a Kassala e a Girba.

Sudan, AID 10737 – Iniziativa umanitaria nel Sudan Orientale per il sostegno alle popolazioni vulnerabili colpite da calamita’ – AICS

Dove Stati di Gedaref, Kassala e Red Sea
Durata 11 mesi (Avviato nel Gennaio 2016)
Realizzato da  AICS
Fondi 725.000,00 Euro

Contesto
L’iniziativa porta assistenza alla popolazione degli Stati del Red Sea, Kassala e Gedaref, e di altre aree particolarmente bisognose focalizzandosi sulle fasce piu’ bisognose quali bambini, donne, disabili e migranti. L’intervento favorisce l’accesso a primi soccorsi urgenti e il ripristino e l’accesso ai servizi essenziali di base nei settori delle migrazioni, della salute e dell’acqua, ambiente, territorio e risorse naturali al fine di migliorare le condizioni di vita nelle aree d’intervento.

Obiettivo
Migliorare le condizioni di vita nelle aree d’intervento fornendo assistenza ai servizi sanitari, migliorare accesso alle risorse idriche, migliorare igiene sanitaria e sostegno alle famiglie colpite da catastrofi naturali e causate dall’uomo dei gruppi più vulnerabili quali rifugiati, migranti e le comunità ospitanti.

Risultati previsti e attività
1. Servizi di emergenza, acquisti e interventi a favore dei gruppi vulnerabili, IDPs, migranti e popolazione residente.
- Ripristino, miglioramento e fornitura di servizi essenziali e urgenti di base;
- Fornitura di generi alimentari, NFI;
2. Miglioramento dei servizi sanitari erogati e delle pratiche igieniche delle popolazioni (rifugiati, migranti e comunita’ ospitanti).
- Ripristino, miglioramento e fornitura di servizi sanitari urgenti di base;
- Fornitura di presidi medico-sanitari e di farmaci;
3. Migliorato l’accesso all’acqua, il sostegno ambientale e le capacita’ delle istituzioni locali coinvolte nella prevenzione di catastrofi naturali.
- Ripristino, miglioramento e fornitura di servizi essenziali e urgenti di base;
- Riabilitazioni e manutenzioni di reti idriche e punti d’acqua comunitari.

Sudan, AID 10656 – Intervento di emergenza per attività di WASH in Sudan Orientale – FICROSS

Dove Stati di Gedaref, Kassala e Red Sea
Durata 7 mesi (Avviato nel gennaio 2016)
Realizzato da FICROSS
Fondi 225.000,00 Euro

Contesto
Tensioni e instabilità politica nel Sudan Orientale, come anche in altre aree del Paese, si riflettono, tra l’altro, sulla capacita’ e sull’accesso alle fonti d’acqua e ai servizi igienici per le comunità più vulnerabili e spesso esposte a calamita’ naturali. L’intevento si concentra pertanto sul settore WASH al fine di ridurre le malattie legate ad un erroneo uso dell’acqua.

Obiettivo
Contribuire alla riduzione delle malattie legate all'accesso comunitario all’acqua attraverso un migliorato accesso a fonti d’acqua pulita e sicura presso le strutture sanitarie.

Risultati previsti e attività

Migliorato accesso all'acqua pulita presso le strutture sanitarie
- Costruzione di pozzi dotati di serbatoio elevato e pompa alimentata a pannelli solari;
- Installazione di serbatoi per la raccolta dell’acqua;
- Attività di riabilitazione dei sistemi di distribuzione dell’acqua;

Migliorate conoscenze e pratiche igienico-sanitarie presso le comunità beneficiarie selezionate
- Costruzione di latrine e altre strutture per migliorare l’igiene;
- Corsi per migliorare le conoscenze e le pratiche igienico-sanitarie;
- Attività di formazione per la clorurazione dell’acqua.

Sudan, AID 10619 – Protezione umanitaria e assistenza alle vittime di guerra e di altre situazioni di violenza – ICRC

Dove Stati del Darfur, Blue Nile e Sud Kordofan
Durata 4 mesi (Avviato nel agosto 2015)
Realizzato da ICRC
Fondi 500.000,00 Euro

Contesto
La situazione umanitaria in Sudan permane critica e l’escalation degli episodi di violenza sta comportando nuovi movimenti di sfollati.
Questo contributo va ad integrare le attività dell’ICRC a protezione di civili, favorendo inoltre l’approvvigionamento idrico e l’accesso a mezzi di sussistenza e assistenza sanitaria

Obiettivo

  • Contribuire a tutela delle vittime di guerra e di violenza;
  • Migliorare i servizi essenziali di base;
  • Promuovere azioni di informazione e mediazione presso le autorità locali.

Risultati attesi e attivita'

  • Migliorata la protezione delle vittime di guerra e violenza
    - Campagne informative per la prevenzione del traffico di esseri umani;
    - Promozione di strategie operative con i partner locali;
  • Assistenza alle popolazioni vulnerabili
    - Sostegno alla riabilitazione di punti d’acqua e reti idriche;
    - Servizi di assistenza tecnica alle autorita’ locali;
  • Migliorato accesso ai servizi di riabilitazione fisica per le vittime rimaste disabili a cause della guerra e della violenza
    - Fornitura di materiali e mezzi per la riabilitazione fisica;
    - Assistenza tecnica a organizzazioni locali;
    - Attivita di supporto alle organizzazioni locali con donazioni di mezzi e strutture per migliorare l’inserimento sociale dei disabili;

Sudan, AID 10359 – Tutela per l’accesso alle fonti idriche nel Sudan Orientale – IOM

Dove Stati di Gedaref, Kassala e Red Sea
Durata 11 mesi (Avviato nel Ottobre 2014)
Realizzato da IOM
Fondi 500.000,00 Euro

Contesto
Il Sudan Orientale è interessato da intensi flussi migratori che esercitano un’ulteriore pressione sulle risorse primarie, in particolare la risorsa idrica. Solo il 36% della popolazione ha accesso all’acqua potabile ed il 22% utilizza servizi igienico-sanitari.

Obiettivo
Rafforzare la resilienza della comunità, a fronte della crescente pressione sulle risorse primarie esercitata da un intenso flusso di migranti, attraverso la tutela dell’accesso alle fonti idriche e la promozione dei servizi sanitari.

Risultati attesi

  •  Incremento del numero delle fonti idriche per uso comunitario, agricolo ed animale
    - Riabilitazione/costruzione di pozzi alimentati ad energia fotovoltaica e a pompa manuale;
  • Incrementata la capacità di gestione e manutenzione delle fonti idriche - Creazione di comitati di gestione e manutenzione delle fonti idriche
    - Formazione dei membri dei comitati sul funzionamento/manutenzione delle pompe meccaniche e distribuzioni di kit di strumenti di riparazione;
  • Fenomeno delle defecazione in spazi aperti ridotto attraverso la diffusione dei servizi igienico-sanitari
    - Promozione di pratiche igieniche volte ad incentivare la richiesta di infrastrutture sanitarie attraverso il Community Approach Total Sanitation;
    - Organizzazione di campagne di sensibilizzazione e promozione delle tematiche igienico-sanitarie;
    - Sostegno tecnico e materiale per l’autocostruzione di latrine a livello familiare.