Missione di @AICSKhartoum ad Asmara

Il Titolare di sede AICS Khartoum – Michele Morana – la responsabile amministrativa - Mariateresa D’Alessandro e la responsabile dell’ufficio emergenza Giuliana Schirò hanno svolto una missione di monitoraggio delle iniziative in corso, la prime settimana di marzo.

Nel corso della visita, il titolare di sede e l’Ambasciatore Marco Mancini hanno avuto modo di incontrare la ministra della Salute, dott.ssa Amina Nurhussein, e il ministro dell’Agricoltura, dott. Arefaine Berhe, con i quali hanno analizzato possibili interventi da realizzare nei rispettivi settori, sul canale bilaterale e multilaterale. Nel corso degli incontri con il rappresentante della Delegazione europea sono stati affrontate possibili sinergie per la realizzazione di interventi nel settore dell’agricoltura a supporto delle famiglie delle regioni più vulnerabili.

La delegazione ha visitato l’Orotta Hospital - struttura pubblica più importante presente nella capitale Asmara - presso la quale la OSC Fondazione Mission Bambini ha installato nel reparto di nefrologia cinque macchine per la dialisi e la OSC Emergency ha in corso una iniziativa a sostegno all’ambulatorio cardiologico,

La delegazione ha poi incontrato i rappresentati della Confederazione Nazionale del Sindacato Eritreo con i quali è in corso un programma affidato finanziato da AICS e realizzato da CGIL Nexus. L’iniziativa” Dialogare, formare e contrattare: il lavoro come strumento di pace” ha come obiettivo quello di realizzare corsi di formazione per la creazione di opportunità di inserimento lavorativo per giovani eritrei, nei settori computer ICT, refrigerazione e turismo. “Il centro di formazione a Asmara è in procinto di essere inaugurato con corsi incentrati sulla ristorazione e accoglienza di turisti, mentre quello di Massawa è attivo dal 2017” afferma il titolare di sede.

L’impegno di AICS nel favorire la creazione di opportunità lavorative per giovani, valorizzare  e sviluppare il turismo dell’area è al centro dell’iniziativa realizzata dal o e un pool di Università Italiane nella regione Meridionale del Red Sea: la Delegazione ha visitato il sito archeologico di Adulis dove sono previste attività volte alla valorizzazione del patrimonio culturale attraverso la creazione di un Parco Archeologico e la realizzazione di training per i locali correlati alla gestione del parco favorendo così l’ impiego di giovani eritrei.

L’ultimo giorno, la delegazione ha visitato l’azienda Dolce Vita di Asmara, filiale dell’azienda italiana Gruppo Zambaiti ZAER di Bergamo che promuove la responsabilità sociale d'impresa Al centro dell’incontro, possibili sviluppi della componente sociale attraverso il coinvolgimento di categorie di disabili nella catena di produzione.

 

 

 

 

Posted in .